Controllare un notebook con un telecomando da TV

| | 1 Comment

Sembra una cosa impossibile o comunque difficile da implementare, ma invece è molto semplice configurare un normale telecomando da televisione per far fare al nostro notebook “qualsiasi” cosa.

Cosa serve:
1. Un Notebook con un ricevitore IRDA (raggi infrarossi per intenderci)
2. Un telecomando di qualsiasi tipo
3. Sistema operativo Windows (XP/Vista/Seven)

Premessa:
Quando puntiamo un telecomando verso il nostro pc e premiamo un tasto, viene inviato un segnale al ricevitore del PC. Detta così la cosa comincia a prendere forma. Ci serve quindi un programma che intercetti questo evento e lo associ ad un’azione da compiere sul PC.

Software:
In questo caso ci viene in aiuto un programma freeware, EventGhost. Questo programma vi fa vedere tutti gli eventi che percepisce il vostro ricevitore IRDA (e non solo) e potrete facilmente catturarli (copia e incolla!) e associarli ad azioni da far fare al PC.

Configurazione ricevitore IRDA:
Prima di proseguire con la configurazione del ricevitore IRDA, bisogna essere sicuri che i drivers siano installati.
una volta installato eventghost, bisogna aggiungere il plugin relativo al ricevitore presente sul nostro PC.
Questa è la procedura più delicata e che più facilmente potrebbe portare ad un esito non felice, per cui bisognerebbe consultare la guida di eventghost.
Dalla finestra principale del programma selezionare [Configuration –> Add plugin…] avremo la lista dei “plugin” che possiamo abilitare. Per la maggior parte dei ricevitori basta usare quello generico chiamato Microsoft MCE Remote presente nella prima lista di device (Remote Receiver).Microsoft MCE Remote
Se il vostro ricevitore è compatibile e tutto è andato bene, dopo aver premuto OK, NON dovreste avere nessuno messaggio di errore nella finestra principale di EventGhost.
In caso in cui il vostro ricevitore non sia compatibile con il plugin che vi ho suggerito, non vi resta che leggere il wiki di eventghost in cui viene spiegato come settare il tutto.

Prova di funzionamento:
Vediamo se va!
Tenendo aperta la finestra principale di Eventghost, provate a mandare qualche segnale dal vostro telecomando. Sulla colonna di sinistra, quella chiamata Log dovrebbero apparire dei lampi gialli con dei codici accanto. Quelli sono i codici relativi ai tasti che state premendo.

Configurazione Macro:
Gli oggetti più importanti di questo programma, sono le Macro e gli Eventi. Gli eventi sono i codici che vediamo nella colonna di log, mentre le macro sono le azioni che faremo.
Dovremo quindi avere una macro a cui associare un evento. Ogni volta che quel particolare evento (tasto del telecomando) verrà catturato, la macro verrà eseguita. Le macro si aggiungono dal menu [Configuration –> Add Macro…] e le troveremo tutte nella colonna di sinistra, quella chiamata Configuration.

Esempio di controllo volume:
EventGhost ha già delle cartelle predefinite con delle macro. Quella relativa al volume si chiama Volume Control. Dentro troviamo già le macro settate, dobbiamo solo associare l’evento che preferiamo del nostro telecomando alla macro. Questa è la parte più facile!
Cliccare un tasto sul telecomando e trascinare l’evento che viene mostrato nella colonna Log, sulla macro che ci interessa, che in questo caso è per esempio Mute Volume.

Conclusione:
Eventghost è un programma molto potente che vi permette non solo di alzare/abbassare il volume del PC, ma potete usare ogni evento, sia proveniente da un telecomando, sia dal PC stesso ed eseguire marco di tutti i tipi.
Inoltre, salvando la vostra attuale configurazione su file, non rischiate di dover riconfigurare tutto nell’eventualità in cui formattiate il PC.

Tags: , , , ,

Category: Computer, Software

About the Author ()