Calabrò: legge filtro internet inefficace

| | 3 Comments

“Non è un caso che nessun paese occidentale abbia adottato questa souzione”. ICensura Internetl presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni esprime i suoi dubbi sulla nuova regolamentazione avanzata dal decreto Romani in materia di Web.
“Un filtro generalizzato su internet da una parte è restrittivo, come nessun paese occidentale ha mai accettato di fare, ” -continua il ministro- “dall’altra è inefficace perché è un filtro burocratico a priori”. Posizione quindi molto chiara quella intrapresa dal presidente , nei confronti della soluzione indicata dallo schema di decreto, che recepisce la nuova direttiva europea sull ‘audiovisivo, che giovedi verrà giudicata dalle commissioni parlamentari. Lo Stesso Calabrò, ha insistito sulla pesantezza e inefficacia della proposta, considerandola senza ombra di dubbio ” fuori dal quadro della direttiva , equindi in forte contrasto con la normativa europea”. Vorrebbe quindi evitare il sorgere di questioni implicative con la Commissione Europea, che potrebbe quindi fare dei rilievi su questo argomento.
Secondo il presidente dell’Agcom “un intervento ex post nel caso un sito delinqua è necessario e dovuto, ma un filtro ex ante è non solo una cosa puramente burocratica, poichè non sappiamo se il sito delinquerà o no, ma non tiene neanche conto del fatto che i siti internet sono come la testa dell’Idra, ne chiude uno e se ne apre un altro..”. Il problema è di natura globale e infatti “sono in corso colloqui tra Stati Uniti, Giappone e Unione europea per cercare di trovare delle linee di azione concordate”, conclude il presidente dell’Autorità.

Category: Senza categoria

About the Author ()