Costruisci il tuo Personal Video Recorder – PVR

| | 7 Comments

Il PVR può essere un dispositivo venduto a parte, inserito in un set-top box o fornito attraverso un servizio come fa Fastweb che funziona come videoregistratore digitale virtuale.

Il PVR può essere caratterizzato da altre funzioni: la prima è il salto della pubblicità, che permette di saltare tutte le interruzioni; la seconda è il time-shifting, ovvero la visione di un programma in leggera differita, avendo così la possibilità di mettere in pausa per alcuni minuti le trasmissioni televisive o di effettuare un replay delle scene interessanti.

Ovviamente, questi dispositivi sono generalmente molto costosi. Ma perchè spendere soldi quando possiamo crearne uno col nostro PC?

Premessa

Sembra ovvio che per poter usufruire a pieno di quello di cui stiamo per parlare, il PC dovrà avere una scheda TV integrata o anche USB.

Software

Uno dei migliori software che permette di trasformare il vostro PC in un PVR, si chiama MythTV.

Il programma è stato creato per girare su sistemi Linux e potrebbe essere semplice come anche un’impresa ardua installarlo su qualche distro.

A questo primo problema ci viene incontro una distro di Linux “ready-to-go” in cui troviamo già tutto installato e pronto a funzionare.

Questa distro è inoltre molto semplice perchè è basata su Ubuntu (uno dei sistemi Linux più semplici soprattutto per utenti “provenienti” da sistemi operativi Windows).

MythUbuntu

MythUbuntu è una versione di Ubuntu totalmente dedicata all’utilizzo di un PC per renderlo un PVR e contiene preinstallato il software MythTV.

La domanda che potrebbe sorgere spontanea è: ma quindi se ho un PC, così facendo lo dovrò dedicare a questa cosa e quindi non potrò usarlo normalmente?

La risposta è: dipende!

In caso volessimo usare questa tecnologia solo ogni tanto ed avere contemporaneamente il nostro PC pronto all’utilizzo come semplice PC (con windows magari), basterebbe fare un dual boot in modo da avere entrambi i sistemi operativi.

Configurazioni MythTV

MythTV esiste in due possibili configuraizioni diverse:

  • Back-end – PC che detiene la scheda TV, quindi macchina di una certa potenza, e sul quale vengono effettuate le registrazioni
  • Front-end – PC non necessariamente potente, che si connette in rete al sistema back-end e dal quale possiamo usufruire dei servizi installati sul sistema back-end

A primo impatto potremmo immaginare la configurazione di una cosa del genere molto difficile, ma la GUI molsto semplice ed intuitiva darà sicuramente conforto anche ai meno ferrati in materia.

Quando andiamo ad installare il sistema back-end, la prima cosa da fare è quella di configurare la scheda TV.

In molti casi MythTV riconoscerà da solo la scheda TV, ma se la vostra scheda non è visibile nel menu di selezione presente nell’interfaccia, NO PANIC!

Basterà uscire dal setup di MythTV, installare i driver su Ubuntu e riavviando il setup la vedremo comparire nelle possibile scelte.

Come già accennato, l’utilizzo del programma, una volta settata la scheda TV, è molto semplice grazie alla GUI stile menu di una normale TV.

Tags: , , , , ,

Category: Linux

About the Author ()