Come formattare un ebook

| | 0 Comments

Questo articolo non si propone come guida efficace e sicura per la formattazione di un ebook ma, al contrario, è il frutto di una semplice ricerca effettuata su internet e vuole essere solo di aiuto al lettore che si cimenterà nella lettura di questo articolo in cerca di risposte alle proprie domande.

Saranno pochi e brevi consigli che sicuramente dovranno poi essere integrati con altre informazioni che sono liberamente reperibili su altri importanti blog.

Fatta la dovuta precisazione ora possiamo partire con i punti da seguire per una buona formattazione del nostro ebook che dovrà seguire obbligatoriamente un passaggio fondamentale:

Il Layout di pagina

Microsoft Office e in particolare Word, che è lo strumento che noi utilizzeremo, permettono un’accurata formattazione del nostro documento che dovrà essere semplice, ma impaginato secondo criteri che renderanno la lettura e la conversione semplice e funzionale.

  1. Il titolo: Le condizioni ottimali per ottenere dei risultati, più che buoni, sono dettate dal tipo di stile che si vorrà attribuire ad esso. Sulla schermata principale di Word, in alto a destra, alla voce “Stili” dovremmo scegliere quello che vorremmo dare al titolo e al resto del testo. La soluzione dello stile “Normale” sarà quella che garantirà una buona formattazione. Servirà a poco cercare di creare stili che poi saranno causa di problemi nella conversione e nella lettura dell’ebook da parte dei lettori.
  2. I Margini: Sarà opportuno impostare una distanza di 2 cm per quello destro e il sinistro, mentre per i margini superiore e inferiore impostare rispettivamente 2 e 2,5 cm.
  3. Rientri di riga e capoversi: Non c’è azione più sbagliata, quando si vuole scrivere un ebook, in quella di premere il tasto “TAB” per creare il rientro di riga o di premere “INVIO” per creare il capoverso successivo.

Quando andremo a convertire il nostro ebook non faremo altro che creare immensi spazi vuoti che saranno visibili durante la lettura e quindo fastidiosi e spiacevoli da vedere.

Per ovviare a questi errori non bisogna fare altro che andare alla voce “paragrafo”, in alto sulla barra degli strumenti di Word, e dare un valore di rientro di riga e un valore di spaziatura fra i paragrafi che non dovrà superare i “6 pt”.

In alternativa, per creare il paragrafo potremmo utilizzare un sistema semplice che consiste nel cliccare sul punto dove finisce il capoverso e premere la combinazione di tasti “ctrl+invio” dando vita al novo capoverso.

  • Dimensione e Tipo di carattere: Non bisogna disperatamente cercare dei font particolari per attirare l’attenzione del lettore ma al contrario, più il carattere del testo è semplice, meglio il lettore leggerà con piacere quello che abbiamo posto alla sua attenzione. I caratteri consigliati sono il garamond o il cambria.

Altrettanto importante è la dimensione del carattere che non dovrà superare i 16 pt e soprattutto non bisognerà perder tempo a colorare il carattere perché alcuni lettori ebook non supportano questa caratteristica.

 

Tags: ,

Category: Libri

About the Author ()