La lista Arancione e una nuova possibilità di rinascita politica

| | 0 Comments

Ingroia

E’ ufficiale la richiesta di aspettativa chiesta da Ingroia al CSM per motivi elettorali.

Sembra ormai partita la nuova avventura politica della sinistra Italiana. Una sinistra che vuole raccogliere la parte civile del paese, quella parte civile che ha lottato e fatto politica sana con il referendum e che continua ancora a far politica con la raccolta firme di “Cambiare si può”.

Il procuratore palermitano Antonio Ingroia, l’IdV con Di PietroLeoluca Orlando e l’ex Luigi De Magistris, il Prc di Ferrero, il Pdci di Diliberto e tutte le realtà che si sono battute contro le decisioni di questo governo sono partiti dalla riunione del 1 Dicembre per dare vita al movimento. La riunione del 21 Dicembre, al cinema Capranica di Roma, servirà a sancire l’unione fra Cambiare si può, la lista Arancione e tutti i firmatari dell’appello- programma.

L’intenzione è quella di creare un movimento che si tiri fuori dalle meccaniche politiche del berlusconismo, alle decisioni liberiste di Monti. Un movimento che non ha nessuna intenzione di allacciare rapporti con il PD di Bersani e che vuole mettere in campo i sani principi della legalità, della solidarietà, che punterà su uno stato laico, sulla scuola pubblica. Che punterà ad una politica antimafia e ad una politica votata allo sviluppo del paese.

Il movimento è stato rafforzato dalla sottoscrizione spontanea di 70 firme da parte di alcuni personaggi di spicco della società Italiana tra cui quelle di Fiorella Mannoia e Gino Strada che chiedono la strada veloce per giungere all’unione e alla nascita del movimento.

Tags: , , , , , , , ,

Category: Politica

About the Author ()